Premio del Paesaggio del Consiglio d'Europa, prorogati al 7 gennaio i termini per presentare le proposte

18/12/2018

Premio Paesaggio - logo
Premio Paesaggio - logo

Fino alle ore 24.00 di lunedì  7 gennaio 2019  sarà possibile presentare candidature per la VI Edizione del Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa e la II Edizione del Premio Nazionale del Paesaggio.

Il Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa, nato a seguito della sottoscrizione della Convenzione Europea del Paesaggio da parte  di 39 stati membri tra cui l’Italia, ha cadenza biennale ed è stato organizzato per la prima volta nel 2008.

Può essere assegnato alle collettività locali e regionali e ai loro consorzi che hanno attuato una politica o preso dei provvedimenti volti alla salvaguardia, alla gestione e/o alla pianificazione sostenibile dei loro paesaggi che dimostrino una efficacia durevole e possano così servire da modello per le altre collettività territoriali europee.

Anche in occasione della VI Edizione del Premio il Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MiBAC) intende avvia re una ricognizione delle azioni esemplari attuate nel territorio italiano , al fine di individuare la Candidatura italiana al Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa

I progetti candidabili dovranno essere stati realizzati, anche solo in parte, da almeno tre anni, mettendo in atto strategie di sviluppo sostenibile condivise con le popolazioni locali, favorendo l’affermazione delle culture identitarie anche dei residenti più recenti.

In sede di valutazione particolare attenzione verrà rivolta alle proposte con attività volte al perseguimento di obiettivi virtuosi quali, ad esempio:

  1. riqualificazione e valorizzazione dei beni archeologici, architettonici, storico artistici materiali e immateriali;
  2. riqualificazione e valorizzazione degli usi e dei Paesaggi rurali tradizionali;
  3. riqualificazione delle aree urbane, peri urbane e delle periferie urbane degradate o abbandonate;
  4. consumo ‘zero’ del suolo;
  5. contrasto al rischio idrogeologico e/o sismico;
  6. riduzione de i fattori di inquinamento ambientale;
  7. integrazione culturale tra vecchi e nuovi residenti, anche di altri Paesi;
  8. attuazione di forme di turismo sostenibile, secondo i principi del Codice Mondiale di Etica del Turismo;
  9. impiego di tecnologie innovative ai fini della ecosostenibilità;
  10. attenzione verso i soggetti diversamente abili.

Al progetto candidato al Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa sarà consegnato un importante riconoscimento, il Premio Nazionale del Paesaggio, che verrà consegnato in occasione della Giornata Nazionale del Paesaggio, prevista per 14 marzo.

Per informazioni dettagliate consultare il sito

http://www.premiopaesaggio.beniculturali.it/