Dichiarazione d'interesse culturale

E' il provvedimento  formale che riconosce la sussistenza dell'interesse culturale dei beni mobili o immobili, disciplinato dal Codice dei beni culturali e del paesaggio (articoli 13-16).

La fase istruttoria del procedimento è curata dalle competenti soprintendenze (vedi sezione "Tutela/ dichiarazione d'interesse culturale" nei siti web delle soprintendenze di settore), che inoltrano poi la proposta di riconoscimento, corredata da tutta la documentazione pertinente, alla Commissione regionale per il patrimonio culturale.

Dopo le valutazioni di rito, il presidente della Commissione regionale emette il decreto di dichiarazione di interesse culturale, comprendente le eventuali prescrizioni di tutela indiretta (Codice, art. 45), e provvede a notificarlo al destinatario. Le soprintendenze curano la trascrizione del decreto presso le competenti Agenzie del Territorio, Servizio di pubblicità immobiliare.

L'elenco dei beni dichiarati di interesse culturale è consultabile nella sezione Beni dichiarati di interesse culturale

Documentazione correlata

Regolamento di organizzazione del Ministero, art. 39, comma 2, lett. b)



MW_ATTIVITA_PAGINE